/ Tennis
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Tennis | 23 novembre 2020, 15:42

Chi è Danil Medvedev, il quarto miglior tennista del mondo

Chi è Danil Medvedev, il quarto miglior tennista del mondo

C’è un tennista che è stato forse un po’ troppo sottovalutato negli ultimi anni, nonostante occupi una delle prime posizioni del ranking ATP. Oggi in molti vogliono scoprire dati e curiosità sui tre grandi del tennis moderno: Federer, Nadal e Djokovic. Tuttavia, c’è un altro nome che non va assolutamente snobbato. Stiamo parlando di Daniil Sergeevič Medvedev, che ha vinto più della metà delle finali ATP giocate in carriera. Il russo ha lasciato intendere a più riprese di poter tenere testa a chiunque. Abile servizio, al punto che sembra non esistere una strategia precisa per contrattaccarlo. Medvedev opera perlopiù scambi con molteplici colpi ed è in queste occasioni che dà il meglio di sé.

 

Tuttavia, cercare di tagliare a corto con lui non sarebbe una soluzione efficace per contrastarlo. Medvedev gode infatti di buone statistiche anche quando il game dura relativamente poco, il che lo rende un avversario tosto per chiunque. Difficile riuscire a inquadrarlo precisamente, ma di sicuro il russo va più in difficoltà negli scambi che si consumano fra i cinque e gli otto colpi. In molti, infatti, riescono a totalizzare più facilmente dei punti rispetto a lui.

Stando a quanto raccontano molti addetti ai lavori, lo stile di gioco di Medvedev è tra i più curiosi al mondo. Secondo Tsitsipas, il russo sarebbe in grado di indurre l’avversario all’errore senza che questi se ne rende conto, mentre Nishikori lo ha descritto come originale e disarmante. In effetti, Medvedev risulta particolare in molte movenze, anche semplicemente nelle impugnature, tanto che lui stesso fatica a riconoscersi quando gli capita di rivedersi. Il suo punto forte, comunque, è il rovescio. Stiamo parlando di un tennista che adotta volentieri più strategie nel corso di un incontro, spiazzando di continuo gli altri che non sanno mai come si comporterà il russo in una ribattuta.

Medvedev è cresciuto molto negli ultimi tempi e nonostante l’altezza eccessiva non dovrebbe giocare a suo favore è riuscito a perfezionare il suo stile, trovando un equilibrio lodevole nella sua complessità. Il dritto non è il meglio del suo repertorio, ma compensa mandando fuori giri l’avversario. Medvedev arretra volutamente lasciando credere di essere sopraffatto, ma non si fa schiacciare. Inoltre, sembra imbattibile sulla superficie dura. Quando è in difficoltà, comunque, ci pensa il servizio a salvarlo. Talvolta, più che per la propria abilità, il russo riesce a trionfare per sfinimento dell’avversario, che non riesce a stare dietro al suo gioco troppo cervellotico, ma più di rottura che raffinato.

Ancora oggi Medvedev non finisce di sorprendere e di far parlare di sé per la sua imprevedibilità. Benché abbia già dato vita a diversi match memorabili, però, la sua bacheca personale non è poi troppo ricca. Il secondo posto agli US Open dell’anno scorso rimane infatti il massimo risultato ottenuto in un torneo del Grande Slam. Ne dovrà fare ancora di strada questo ragazzo apparentemente geniale, così alto e così gracile al tempo stesso, che sembra capitato quasi per caso in questo sport che sta contribuendo a rendere entusiasmante e tanto seguito in tutto il globo. Quarto nella classifica ATP e più di una volta nel ranking mondiale. Chissà che per fare quel piccolo balzo che gli manca non sarà costretto ad adottare uno stile di gioco più definito…

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore