/ Eccellenza
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eccellenza | 16 febbraio 2021, 19:51

VOTA I MAGNIFICI 7 - Le nomination di Sergio Imperato

Il patron dell'Albaro ci invia i suoi 7 preferiti di sempre (allenatore, dirigente, arbitro, portiere, difensore, centrocampista e attaccante) che concorreranno per la classifica finale.

VOTA I MAGNIFICI 7 - Le nomination di Sergio Imperato

Parte la nuova iniziativa di Settimana Sport, VOTA I MAGNIFICI 7.

Leggi qui il regolamento

Chi non vuole rendere note le proprie preferenze, rimarrà anonimo. Chi invece avrà piacere di farle pubblicare, le troverà inserite nel nostro sito.

ECCO LE PREFERENZE DI SERGIO IMPERATO

Portiere. Edo Grosso, un estraneo per la categoria. E un testone che si diverte a fare l'attaccante.

Difensore. In attività ancora all'inizio degli anni 90, quindi lo considero un gara. Mario Pini, un marziano. Inconcepibile che non abbia avuto una carriera in serie A.

Centrocampista. Bertorello. Personalità, ordine e talento. Avrei voluto portarlo a giocare con me.

Attaccante. Gianni Florio, il Filippo Inzaghi dei dilettanti. Una macchina da gol.

Allenatore. Non mi lamento del mio, Alberto Mariani. Ma anche Beppe Maisano mi va a genio.

Dirigente. Dico Renato Papi. Un maestro, non ho mai avuto il coraggio di dargli del tu.

Arbitro Marcenaro, giustamente in carriera. Ma cito anche Gabriele Codeglia, un talento assoluto che ha smesso di arbitrare per dedicarsi ad altro. Sarebbe arrivato sicuramente in serie A.

Poi fatemi citare alcuni giganti senza tempo, che purtroppo non ci sono più. Bruno Mainetto, il più forte di tutti, Alfredone Schimmenti, il direttore sportivo più attivo di sempre e Victor Brogi, un mister che sui social di oggi avrebbe un milione di followers...

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore