/ Altri sport
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Altri sport | 18 aprile 2021, 19:20

Vivicittà 2021 ha corso sul web per la ripresa e la sostenibilità

Italia, pronti, Via! Ancora una volta Vivicittà ha unito comunità e valori dello sport attraverso i Global Gol Onu: ecco il racconto della diretta di questa mattina

Vivicittà 2021 ha corso sul web per la ripresa e la sostenibilità

Vivicittà per l’Europa e per una rapida riprese delle attività di sport sociale e di base. Oggi si sarebbe dovuta tenere Vivicittà e l'Uisp ha deciso di organizzare una lunga diretta su Facebook e YouTube per tenere alta l'attenzione sullo sport di base e per tutti, una staffetta virtuale tra esperienze di sport sociale che sono state presentate con collegamenti tra le venti regioni italiane e contributi video realizzati per l’occasione. Ieri Radio 1 Rai aveva lanciato Vivicittà nel pomeriggio sportivo e oggi si sono alternati in video e al microfono tanti ospiti, che hanno inframezzato gli interventi delle esperienze Uisp dal territorio. Il filo che ha unito tutti i collegamenti che ci sono stati è stato quello dei 17 Obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 Onu. Ogni esperienza di sport sociale di ognuna regione è stata infatti collegata ad un diverso Global Goal con l’obiettivo di rendere concreto il percorso di ripresa e resilienza attraverso lo sport che l’Uisp chiede al governo e alle istituzioni europee di sostenere.

ECCO IL VIDEO DELLA DIRETTA

Apertura con le immagini di una storica e festosa partenza di qualche anno fa a Bari e subito dopo il collegamento della presidente Uisp Bari, Veronica D’Auria. Il primo Global goal che è stato affrontato è “Sconfiggere la povertà” in cui è intervenuto Andrea Viari, punto Luce Uisp e Save the Children.

Per “Sconfiggere la fame” invece si è passati dalla Liguria all’Emilia-Romagna dove si è trattato l’argomento della sana alimentazione con Fabio Casadio dell’Uisp Bologna che ha presentato il progetto Educare prima in cui sono coinvolti ragazzi provenienti dalle scuole. «Ci stiamo impegnando a raggiungere gli obiettivi del secondo goal con il progetto “Educare prima” che, attraverso le maestre, invita i bambini a includere il movimento e a rispettare un buon stile di alimentazione.»

Un importante contributo è arrivato dal Trentino-Alto Adige per il Global goal 3 “Salute e benessere” dove è intervenuta Gabriella Dalla Lana (presidente Uisp Trentino Alto Adige) e subito dopo, rimanendo a Bolzano, il campione olimpico Alex Schwazer il quale si sta allenando due volte al giorno per poter tornare a gareggiare. «Le Olimpiadi sono un desiderio in questo momento, però per ora pensare di partecipare è prematuro. Ai giovani mi sento di dire di seguire i loro sogni e obiettivi, non facendosi influenzare dalle persone che non condividono questi desideri. Raggiungere i propri goal quindi attraverso lo sport e non mollare nonostante le difficoltà che si incontrano". Dalla Uisp Puglia è arrivata la testimonianza degli operatori del Centro diurno Dsm di Taranto, Centro diurno d'Enghien, Csm Taranto e Ospedale Moscati che insieme a Luca Augenti, presidente Uisp Taranto, hanno raccontato l'esperienza dell'intervento Uisp inambito disagio mentale e di "Matti per il calcio". Per sottolineare l’importanza dello sport come attività che promuove la salute e il benessere ci siamo sporstati nell'Uisp Veneto ed è intervenuta  Luana Costa, operatrice Uisp Rovigo, la quale ha portato la sua testimonianza come istruttrice di attività per adulti e anziani.

Dal Veneto si arriva alla Sardegna con il contributo di Loredana Barra per “Istruzione di qualità” Global Gol numero 4. Loredana, presidente Uisp Sassari, ha raccontato le modalità dell'intervento Uisp nell'infanzia e la sua esperienza come insegnante presso la scuola IC San Donato di Sassari.

Per la “Parità di genere” Global Gol numero 5 il microfono è passato all'Uisp Toscana, ad Alessandra Rossi, presidente Uisp Pisa, che ha realizzato il suo collegamento dal Palazzo affrescato nella città toscana da Keith Haring, autentica icona del movimento Lgbti in tutto il mondo. E' stato ricordato il Tesseramento Alias Uisp che garantisce alle persone trans di avere copertura assicurativa anche nel corso dei lunghi mesi di passaggio di identità. Dealla Toscana si è passati all'Uisp Sicilia, con l'intervento di Maria Paola Tabita, una delle Mamme Gol di Enna che ha spiegato questa singolare esperienza di calcio femminile.

Fabrizio Befani, naturalista e dirigente Ado Uisp Umbria, ha raccontato le attività in acqua che si svolgono in questa regione. Per il Global Gol n.6 “Acqua pulita e Sevizi igienico-sanitari” l’Umbria organizza molte pratiche sportive varie grazie alla ricchezza di acqua, laghi e torrenti del territorio.

Ci si sposta nell'Uisp Lazio per Energia pulita e accessibile”, Global gol n.7 con l'intervento di Simone Menichetti, presidente Uisp Roma, che gestisce l’impianto pubblico Fulvio Bernardini nel quale gran parte della pavimentazione sportiva e del campo di calcio è stata realizzata in collaborazione con Ecopneus grazie alla gomma riciclata.

Poco prima della fine della prima ora della staffetta virtuale, è arrivata la testimonianza dell’operatore dell’Uisp Piemonte Gianluigi De Martino che ha spiegato l’essenza dell’obiettivo 8 dell’Agenda 2030 Onu "Lavoro dignitoso e crescita economica":«Come operatore sportivo ho sempre lavorato in una sorta di anomalia della mia figura professionale. Questa figura deve trovare una sua dimensione propria perché vorrei che le nostre competenze siano il fulcro dell’attività lavorativa.»

A Reggio Emilia spazio a “Imprese, Innovazione e Infrastrutture” con il Global Gol 9 e le parole di Giacomo Doglione, responsabile gestione impianti sportivi Uisp Reggio Emilia.

Il decimo obiettivo “Ridurre le Disuguaglianze” ha visto l’intervento di Maria Assunta Abbagnare, presidente Uisp Pesaro, che ha raccontato l’esperienza Bowling con persone disabili.

Spazio anche, come anticipato in precedenza, ai partner storici dell’Uisp come il Corriere dello Sport. Il direttore Ivan Zazzaroni ha ricordato l’importanza di Vivicittà che quest’anno ha raccontato le esperienze di sport sociale in tutta Italia. «Faccio un grande augurio agli organizzatori di Vivicittà sperando che questa sia l’ultima esperienza virtuale. Date un segno di grande ottimismo al Paese!»

Un importante confronto è stato quello che ha visto coinvolti Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp, Stefano Mei, presidente Fidal, e Tommaso Bisio, responsabile nazionale Settore di Attività Uisp di Atletica Leggera. Pesce ha sottolineato quanto Vivicittà rappresenti un’iniziativa simbolo dell’Uisp e biglietto da visita per l’associazione. «Rappresenta il DNA e la sintesi degli obiettivi che perseguiamo. Continueremo a batterci in questo momento affinché arrivino misure concrete di sostegno. C’è da organizzarsi per la ripartenza e sono giornate in cui vediamo il futuro con un po' più di ottimismo e Vivicittà è tutto questo.» Stefano Mei, che durante la sua carriera di mezzofondista azzurro ha partecipato a Vivicittà, ha ricordato quanto è importante riscoprire la valenza sociale del movimento e della corsa: «È un modo per evadere e questo deve essere un sintomo di ripartenza che deve abbracciare tutto lo sport. La persona normale ha la possibilità di liberarsi dai problemi andando a correre. Un sinonimo di libertà che deve essere un insegnamento. Credo che sia questo il messaggio positivo che dobbiamo trarre da questo momento. Fare movimento andando a muoversi e facendo attività fisica si riesce a levare un ò di stress addosso ed è sinonimo di salute". Tommaso Bisio ha auspicato in futuro una sempre maggiore collaborazione tra Uisp e Fidal per favorire l'accesso alla pratica sportiva, ognuno secondo i propri compiti. 

Per il goal 11 “Città e Comunità sostenibili” sono stati presentati diversi contributi video. Da Aosta, Massimo Verduci, presidente regionale Uisp Valle D’Aosta, ha parlato di due esperienze: la ridestinazione d’uso dello stadio cittadino e la riqualificazione del percorso Parco. Incoronata Ronzitti, presidente Uisp Chieti-Pescara, è intervenuta per Uisp Abruzzo-Molise sulla mobilità sostenibile e ha raccontato la pista ciclabile più lunga d’Europa che corre sulla riviera adriatica tra Abruzzo-Marche-Emilia-Romagna.

Uisp Basilicata, invece, attraverso le parole di Stefania De Mattia, Uisp Matera, ha condiviso l’esperienza del progetto Open Playful Space che, attraverso lo sport, ha cambiato il volto della città e rigenerato zone abbandonate. A concludere l’obiettivo dell’Agenda 2030 Onu è stata Valentina Todaro, Marketing and Communications Manager Marsh la quale ha sottolineato l’importanza della mobilità sostenibile alla quale Marsh, broker assicurativo che collabora con Uisp, ha dedicato una prestigiosa pubblicazione, raccogliendo foto, esperienze ed autorevoli interventi.

In Friuli-Venezia Giulia, Sara Vito, presidente Uisp Friuli-Venezia Giulia ed esperta di problemi del consumo responsabile in ambito urbano e politiche pubbliche, ha raccontato la sua esperienza come assessore regionale ambientale energia verde per sottolineare l’importanza del goal 12 “Consumo e Produzione Responsabili”.

Per Uisp Calabria, Tiziana De Santis dell’associazione Moving Emotion ha parlato delle attività open air che vengono svolte nel territorio per la “Lotta contro il cambiamento climatico”. «Cerchiamo di far comprendere nei nostri luoghi quanto è importante tenere cura il territorio. Abbiamo in mente tanti progetti che abbracceranno cultura, sport e ambiente.»

Per i goal 14 e 15 “Vita sott’acqua e vita sulla terra” si rimane al Sud con Uisp Campania dove sono intervenuti Stefano Dati, Daniela D’Alto e Paola Zappalà dell’Uisp Campania.

Subito dopo intervento in diretta con Massimo Tossini, grandi manifestazioni Uisp, che, per l’obiettivo 16 “Pace, Giustizia e Istituzioni solide”, ha portato la sua esperienza di cooperazione internazionale in Libano. A far coppia con lui c’è stata Renata Ferraroni, responsabile progetto carceri Uisp Milano, che ha spiegato a nome Uisp Lombardia l'importanza dell'intervento sportivo nelle Case di reclusione e in particolare l'importanza di Vivicittà che si è svolta parallalemente in molte carceri italiane. 

In conclusione, per “Partnership per gli obiettivi”, Global Gol n.17, si è parlato di coprogrammazione e coprogettazione con Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp, Pietro Barbieri, Cese-Comitato Economico e Sociale Europeo e il contributo video di Emanuelle Bonnet co-presidente della FSGT. Quest’ultima ha lanciato un appello di speranza per il nuovo anno di poter riprendere le attività sportive lanciate dalle due associazioni, tra queste il Vivicittà «Un evento imperdibile per la popolazione per condividere momenti di emozione e di sforzo fisico che amiamo tutti.» Per Pietro Barbieri, Cese, la Uisp è stata una guida fondamentale per comprendere bene il mondo dello sport. «L’emancipazione delle persone attraverso lo sport è stato un percorso fondamentale. Questo ha consentito un modello di corpo diverso rispetto a quello dominante. L’emancipazione non è un passo banale e non è una questione che non appartiene all’Unione Europea. Non c’è più una condizione univoca di classi sociali, ma ci sono persone che vogliono sviluppare la propria personalità. In questo lo sport è un pezzo essenziale. La Uisp fa questo da sempre e deve essere promossa nell’ambito europeo.»

A concludere l’intervento finale del presidente nazionale Uisp, Tiziano Pesce, che nel ringraziare a nome dell'Uisp tutti coloro che hanno lavorato per la realizzazione di questa diretta, ha detto: «Negli ultimi anni c’è stato un impegno importante per un percorso che ha come obiettivo un vero e proprio riconoscimento dello sport sociale con uno sguardo all’Europa. Da alcuni anni abbiamo intrapreso questa via importante per arrivare a vedere lo sport come chiara area di investimento dei Paesi Europei. Lo sport sociale dell’Uisp intreccia i piani della sostenibilità ambientale, della digitalizzazione e dell’inclusione sociale. C’è un movimento sportivo che in questi giorni continua a dimostrare impegno, resilienza e che vuole rappresentare un movimento che guarda il futuro con una rinnovata speranza.»

Ringraziamenti e credits: Questa diretta Vivicittà 2021 è stata prodotta da Uisp nazionale e realizzata grazie al contributo di tutti i presidenti regionali Uisp e i gruppi dirigenti Uisp regionali e territoriali. Hanno collaborato i responsabili comunicazione Uisp dei regionali e dei Comitati territoriali che hanno realizzato molti servizi video e hanno contribuito a raggiungere un numero straordinario di condivisioni su Facebook, circa 100! Un ringraziamento ai partner storici di Vivicittà: Fidal, Radio Uno Rai, Corriere dello Sport, Marsh, Fédération Sportive et Gymnique du Travail (FSGT). La diretta è stata realizzata dalla Redazione nazionale Uisp, in collaborazione con l'Ufficio Grandi manifestazioni Uisp: Ivano Maiorella, Elena Fiorani, Francesca Spanò (regia), Massimo Tossini, Layla Mousa. Ha collaborato Sergio Pannocchia, comunicazione Uisp Roma-Lazio. Un grazie speciale a Vincenzo Manco che ha contribuito all'ideazione della diretta e a Tommaso Dorati, segretario generale Uisp. Hanno collaborato: Patrizia Minocchi e Giovanna Paola Lazzaro (SE-Sport Europa-marketing Uisp).

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore