/ Altri sport
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Altri sport | 10 giugno 2021, 16:27

Mondiali VIRTUS, l'Italia continua a stupire

Il comunicato stampa contenente il resoconto della seconda giornata di gare dei Mondiali VIRTUS di atletica leggera in corso di svolgimento a Bydgoszcz (Polonia). Dopo i tre ori ottenuti all'esordio, l'Italia ha conquistato oggi la medaglia del metallo più pregiato con Alessio Talocci nel lancio del martello

Il podio Talocci-Lella nel lancio del martello

Il podio Talocci-Lella nel lancio del martello

Archiviate le tre medaglie d’oro conquistate nella prima giornata di gare, gli atleti della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) hanno regalato nuove emozioni e conquistato nuove vittorie.
Nella finale del lancio del martello Alessio Talocci trova la misura che vale l’oro (33,76) e il nuovo record italiano. «La mia gara è stata un po’ strana – confessa il nuovo Campione del Mondo - perché ho iniziato con un lancio nullo e nel secondo lancio ho fatto 27,95. Poi è andata meglio, al quarto l’ho sparato a 32,69 e sono salito fino ad arrivare al record italiano e alla vittoria. Sono molto soddisfatto di questa esperienza e dedico la medaglia alla mia famiglia che mi supporta sempre, in ogni circostanza».
Con lui, sul secondo gradino del podio, Cristian Lella (29,42). Pedana da sogno per la Nazionale, con Chiara Masia che ottiene un terzo posto sempre nel lancio del martello (32,16).
Dalla pista, invece, arriva la settima medaglia di questo Mondiale: Laura Dotto completa la finale dei 1500 metri in 5:12.93, mettendosi al collo un argento preziosissimo giungendo alle spalle di un’imprendibile Bieganowska (POL).
Nell’ultima gara di giornata, le batterie dei 200 metri maschili, tre atleti su quattro centrano la finale: Raffaele Di Maggio, Ruud Koutiki e Mario Alberto Bertolaso, qualificandosi rispettivamente con il secondo, terzo e settimo tempo. L’avversario da battere, per gli Azzurri, sarà il francese Charles Antoine Kouakou. Fuori dalla finale, invece, Gaetano Schimmenti, che potrà continuare a prepararsi per le staffette.

Venerdì tutte le Delegazioni potranno beneficiare di un giorno di riposo, in previsione di una giornata di sabato ricca di gare e di finali (saranno ben sette quelle che attendono la Nazionale).

Medagliere ITALIA: 4 ori – 2 argenti – 1 bronzo

ORO
Fabrizio Vallone – 10000 metri (33:33.48)
Clarissa Frezza – 5km marcia (29:06.57)
Ndiaga Dieng – 1500 metri (3:59.97)
Alessio Talocci – Lancio del martello (33,76 + RI)

ARGENTO
Cristian Lella – Lancio del martello (29,42)
Laura Dotto – 1500 metri (5:12.93)

BRONZO
Chiara Masia – Lancio del martello (32,16)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore