/ Altri sport
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Altri sport | 29 novembre 2021, 19:11

Ics e Uisp, la Convenzione per lo sviluppo sostenibile a tutti i livelli

La Convenzione è stata firmata questa mattina a Roma dai presidenti dell'Ics e dell'Uisp, Andrea Abodi e Tiziano Pesce

Ics e Uisp, la Convenzione per lo sviluppo sostenibile a tutti i livelli

Il percorso di collaborazione tra l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e gli Enti di Promozione Sportiva si valorizza con la firma, oggi a Roma, del protocollo d’intesa tra la banca per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura e l’Unione Italiana Sport Per tutti (UISP).

L’accordo, di durata triennale, offre la possibilità a tutte le Realtà affiliate all’Uisp di potere usufruire di prodotti dedicati, a partire dal Mutuo Light 2.0, per finanziamenti da € 10.000 fino a € 60.000 garantiti dal Fondo di Garanzia e da una lettera di referenza dell’Ente che, a sua volta e insieme alle sue articolazioni territoriali, potrà aderire a iniziative come “Valore Sport per tutti”, per investimenti fino a € 3.000.000 relativi alla realizzazione, riqualificazione, messa a norma, abbattimento barriere architettoniche e sensoriali ed efficientamento energetico di impianti sportivi, compreso l’acquisto delle aree relative a tassi d’interesse completamente abbattuti.

Il presidente ICS, Andrea Abodi, e il presidente Uisp, Tiziano Pesce, hanno sottolineato come lo Sport sia un’occasione imperdibile di crescita globale, di educazione e di coesione sociale e come questa firma rappresenti solo il punto di partenza per azioni concrete che favoriscano la reciproca collaborazione per lo sviluppo sostenibile dello sport a tutti i livelli e in ogni contesto, da implementare con la più ampia diffusione a tutte le Società Affiliate di prodotti e servizi dedicati.

“Sportpertutti è la parola che meglio rappresenta e sintetizza l’identità dell’Uisp – ha detto Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp - una tra le più grandi organizzazioni sociali del nostro Paese, che prima dell’inizio della pandemia contava oltre un milione e trecentomila soci e diciassette mila società sportive affiliate. Al centro dell'Uisp c’è la persona, il cittadino, le donne e gli uomini di ogni età, ciascuno con i propri diritti, le proprie motivazioni, le proprie differenze da riconoscere e da valorizzare: le diverse abilità e l’attenzione alle persone con disabilità, le differenze di genere e di orientamento sessuale, le diverse tradizioni e l’interculturalità che ogni persona contribuisce ad arricchire”.

“Con la firma della Convenzione con l’Uisp – ha dichiarato il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi - abbiamo mantenuto la promessa di instaurare un rapporto strutturato e quotidiano sia con l’ente a livello nazionale e territoriale, che con tutta la grande famiglia degli associati. Rafforzare la conoscenza reciproca consente di consolidare la relazione che la banca ha con il sistema sportivo in tutte le sue articolazioni e con l’economia sociale che rappresenta, abbracciando e sostenendo il terzo settore sportivo che rappresenta la base della piramide. Per il Credito Sportivo – conclude Abodi – sarà prezioso il confronto operativo con il vasto patrimonio di esperienze, competenze e sensibilità delle realtà associate, facendo tesoro dello straordinario lavoro che l’Uisp porta avanti dal 1948, anno della sua fondazione, per affermare l’idea di Sport come bene sociale che migliora la qualità della vita, incidendo positivamente sulla salute, l’integrazione e l'educazione delle nostre comunità”. (comunicato stampa congiunto Uisp-Ics)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore