/ Prima categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Prima categoria | 21 giugno 2022, 21:06

In archivio il tanto atteso summit tra Comitato Regionale Ligure e società di prima categoria, Giulio Ivaldi: "Chi giocherà in casa deciderà quando giocare..." (VIDEO)

"E' arrivato il momento che la prima categoria alzi l'asticella. E' ovvio che all'inizio qualcuno rimarrà scontento…”

In archivio il tanto atteso summit tra Comitato Regionale Ligure e società di prima categoria, Giulio Ivaldi: "Chi giocherà in casa deciderà quando giocare..." (VIDEO)

Si è da poco concluso il tanto atteso summit del "Tower Genova Airport Hotel" tra il Comitato Regionale Ligure e i club di Prima Categoria.

Come da previsioni, sul fronte del format non si sono verificati particolari stravolgimenti con la conferma di cinque gironi composti ciascuno da 14 squadre.

I principali temi su cui è stata posta l'attenzione sono state le ipotetiche problematiche organizzative legate alla composizione dei raggruppamenti e le possibili variabili legate al giorno di disputa degli incontri e agli orari degli stessi. 

Su quest'ultimo punto, in particolare, sono state sollevate alcune perplessità da parte di alcuni club. Esso, infatti, prevede che è chi gioca in casa a decidere quando disputare l'incontro. 

Le principali obiezioni sono state mosse da alcune società del genovese nella passata stagione impegnate nel girone C del Sabato. 

Sul fronte ponentino ed in parte su quello levantino le proposte sembrano, invece, essere state accolte con maggior entusiasmo ed interesse.

Le ragioni di questa fusione tra i gironi genovesi con quelli ponentini e levantini (ovviamente i gironi saranno composti su base geografica) sta - secondo il presidente del Comitato Regionale Ligure, Giulio Ivaldi - nella necessità di alzare il livello della categoria e conferirle i connotati (che già in teoria dovrebbe avere) di competizione regionale, consentendo, così, alle squadre di confrontarsi con realtà differenti, giocare su campi differenti ed incrementare più o meno omogeneamente la qualità delle gare su tutti e tre i gironi interessati (i raggruppamenti spezzino ed imperiese a tal riguardo non dovrebbero subire granché scossoni).

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore