mercoledì 19 settembre 2018 11:48
Visualizza la versione standard ›

Calcio a 5 | giovedì 08 marzo 2018, 17:06

Yuri Pozzo: "Il CDM è partito da zero e oggi sta facendo grandi cose, vogliamo sorprendere tutti"

Il portiere del Futsal Genova ci parla della sua carriera: "Ringrazio Paolo Baffetti, è grazie a lui se ho conosciuto questo sport. Il movimento può crescere grazie a persone come il nostro presidente Matteo Fortuna che investe tempo e denaro in questa disciplina troppo spesso sottovalutata"

Yuri Pozzo, portiere del CDM Futsal impegnato nel girone C di Serie B di Calcio a 5. Un commento sul vostro campionato, obiettivo play off alla portata?

Stiamo facendo un ottimo campionato, siamo terzi in classifica, quasi già sicuri dei play off e con la possibilità di raggiungere il secondo posto, ed è una grande cosa per una squadra totalmente nuova costruita da 0.

La Final Eight di Coppa altro obiettivo importante...

La Final Eight è una grandissima vetrina a livello nazionale ed abbiamo già fatto qualcosa di storico raggiungendola, siamo consapevoli che andremo ad affrontare squadre davvero di altissimo livello ma ciò non toglie che noi ci presenteremo con la voglia di fare del nostro meglio per ben figurare e chissà magari sorprendere tutti ancora una volta.

Parlaci di te, della tua carriera, giocavi prima a 11 .... poi come mai il passaggio a 5 ?

Questa passione nasce nel 2010/2011 un po’ per caso ed il merito è da attribuire tutto a Paolo Baffetti attuale allenatore dell Athletic C5 (che sta ben figurando sia in campionato che soprattutto nella Coppa Italia nazionale di serie C). Giocavo ancora a 11 e fui convocato nella rappresentativa ligure da lui, fu la prima esperienza, andò molto bene e da lì nacque un grande rapporto di amicizia e stima, di rispetto, che prosegue anche oggi. Questa è ormai la settima stagione per me, la prima con la Cdm, in precedenza ne avevo giocati 4 consecutivi con il Tigullio C5 (tre di serie B dopo aver vinto la serie C il primo anno), uno in serie C con il Cittàgiardino e il primo anno in assoluto l'under 21 con il San Vincenzo Genova.

Parlaci del ruolo del portiere nel calcio a 5....

Il portiere è un ruolo certamente “fondamentale” sopratutto nel calcio a 5 dove viene molto più coinvolto del calcio a 11, di conseguenza ha molte più responsabilità e crescono il margine e la possibilità di commettere errori che possono poi penalizzare in modo importante la squadra. Sono 40 minuti effettivi dove devi essere sempre concentrato al 100% perché in un secondo può succedere di tutto.

Come può crescere il movimento calcio a 5 in Liguria?

Piano piano spero che il movimento possa crescere e in parte qualcosa ha iniziato a muoversi. Grazie soprattutto al progetto della Scuola calcio e agli sforzi che sta facendo il presidente Fortuna sia a livello economico che di organizzazione e di tempo. Sicuramente il fatto che ci siano troppi pregiudizi non fa bene a questo sport, spesso si dice e si pensa che sia uno sport da vecchi o minore rispetto al calcio a 11, quando non è assolutamente così. Sono 2 sport completamente diversi. Purtroppo non ci sono molte strutture (noi per esempio siamo costretti ad allenarci in 3 impianti diversi) e queste sono tutte situazioni che dovrebbero cambiare per consentire la crescita del movimento.

PDP

Indietro

Ti potrebbero interessare anche:
Visualizza la versione standard ›