PALLANUOTO | lunedì 16 settembre 2019 10:35
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 23 giugno 2019, 18:07

RN CAMOGLI La Telimar vince gara1, ora serve l’impresa

RN CAMOGLI La Telimar vince gara1, ora serve l’impresa

Parliamo di sport, ma parliamo sopratutto di emozioni. Si perchè quando c’è del sentimento e della passione non esiste sconfitta. Resteranno per sempre nella mente e nel cuore di tutti coloro che amano questa magica calottina, gli occhi di un gruppo di ragazzi che hanno dato tutto scontrandosi contro le difficoltà enormi di un avversario molto forte, ma vogliosi ancora una volta, di provare a compiere l’ultima impresa di una stagione memorabile. In una piscina bella da impazzire si è giocato il primo atto della finalissima play off per andare in A1. I ragazzi di Temellini, per molti di loro alla prima esperienza in una gara simile, sono partiti con il piede giusto facendo immediatamente esplodere la Giuva con il gol di Cocchiere. L’uno-due immediato della Telimar avrebbe potuto far crollare tante delle certezze bianconere, ma i ragazzi hanno ripreso a giocare segnando con continuità e chiudendo la seconda frazione in vantaggio 4 a 3. Il terzo tempo per molti sembra quello della svolta. il Camogli è semplicemente perfetto, segna, si diverte e fa divertire. Si tocca anche il massimo vantaggio prima con il gol del 7 a 4 e poi con quello dell’8 a 5 firmato da Pellerano, manifesto perfetto della crescita dei giovani che rispondono presente al momento opportuno. i siciliani sembrano alle corde, ma in chiusura di tempo trovano il gol del momentaneo 8 a 6, un gol che probabilmente cambia la partita: nell’ultima frazione, infatti, l’attacco bianconero si blocca, mentre la Telimar trova la rete praticamente a ogni azione. dall’8 a 5 per il Camogli i siciliani mettono insieme un parziale di 6 a 0 vincendo, cosi, 11 a 8 il primo atto di questa finale. “Complimenti alla Telimar, hanno meritato la vittoria, “racconta Temellini nel post partita, “Abbiamo giocato tre tempi di altissimo livello, ma siamo mancati nel momento decisivo. Per molti dei miei ragazzi si trattava del primo appuntamento importante della loro carriera e sono comunque molto soddisfatto di come abbiano affrontato il match. Sono un pò rammaricato perchè per 3 tempi abbiamo dimostrato di essere all’altezza dei nostri avversari. Ringrazio i tifosi perchè sono stati incredibili non solo oggi ma in tutta la stagione. Il nostro obiettivo, adesso, deve assolutamente essere quello di riportarli qui a Camogli sabato prossimo. Vincere in casa loro sarà difficilissimo, ma abbiamo tutte le carte in regola per fare l’impresa”. Crediamoci ancora allora, perchè alla fine parliamo di sport e con questi ragazzi nulla è impossibile. La certezza che ci lascia in dote il pomeriggio del Boschetto, però, è che l’entusiasmo è tornato e questo popolo vuole ancora sognare.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore