lunedì 16 settembre 2019 06:53
Visualizza la versione standard ›

Serie A | 03 agosto 2019, 10:40

Serie A, le ultimissime sul calciomercato estivo 2019

Serie A, le ultimissime sul calciomercato estivo 2019

Il calciomercato è da sempre frutto di interesse e di attenzione da parte degli addetti ai lavori, dei media e soprattutto dei tifosi. Quale acquisto avrà fatto la nostra squadra del cuore, avrà ceduto il calciatore di punta o si sarà piegata alle logiche del dio denaro? Sono questi gli interrogativi che ogni parentesi di compravendita invernale ed estiva pone davanti ai suoi appassionati.

Nasce così anche il fenomeno del fantacalcio, con le aste online e le squadre ideali composte da calciatori selezionati dall’utente, che in base alle performance sul campo possono dare o togliere punteggio. Ma vediamo in questa turnata estiva di calciomercato di Serie A cosa sta succedendo.

La Serie A e le sue squadre favorite

Il campionato di Serie A ha sempre le sue tre o quattro squadre favorite, quelle che essenzialmente sono destinate a giocare nella grande competizione europea, la Champions League.

Ma ad ogni campionato c’è una società che riesce a mettere in campo delle piccole ed inaspettate punte di diamante che possono fare la differenza e stravolgere la partita che sembrava essere decisa già a metà competizione. E con questo fenomeno i siti di scommesse online nel 2019 hanno fatto la loro fortuna, così come il tira e molla di alcuni giocatori in apparente rottura con la società.

Calciomercato, il perenne equilibrio tra mercato di riparazione e di investimento

Come sempre il modulo fa la differenza oppure sarebbe meglio dire i giocatori messi nel proprio ruolo fanno la differenza.

Ed è a questo che dovrebbe puntare un calciomercato ottimale per ogni squadra, le cessioni, gli acquisti e i prestiti dovrebbero essere commisurati ad una visione d’insieme che miri ad avere undici giocatori in campo che, a prescindere dal modulo, riescano ad esprimere al meglio le loro potenzialità e portare la squadra alla vittoria. Eppure spesso non è così, si ricorre al “mercato di riparazione” in vista del prossimo “mercato di investimento”.

Il player trading al centro di ogni operazione di calciomercato

Da un lato ci sono le grandi squadre che acquistano il giocatore con esborsi di denaro importanti, mentre dall’altro le società di fascia media che valorizzano, attraverso plusvalenze altrettanto notevoli, i propri investimenti.

Operazioni che mettono al centro dell’attenzione il player trading, ovvero tutte le operazioni legate all’acquisto e alla cessione di calciatori, che dal punto di vista economico producono plusvalenze e/o minusvalenze, ricavi e/o costi per prestiti oltre ad altri ricavi e oneri accessori.

L’obiettivo del Player Trading è quello di far fronte al costo degli ammortamenti della rosa calciatori, una forma di “autofinanziamento” dei diritti pluriennali.

Seguono le plusvalenze

Partiamo subito da un assunto logico, a volte dimenticato dai tifosi a causa della comprensibile passione, le società sportive sono delle aziende, e in quanto tali hanno dei bilanci da far quadrare. Nella voce economica c’è la questione delle plusvalenze, sempre molto considerata durante il calciomercato dai vari vertici. Le plusvalenze nel mercato sono fondamentali, soprattutto per chi aspira a partecipare alle coppe europee.

Esso, infatti aiuta a pareggiare i conti ed è indice di un buon investimento sui giocatori, soprattutto se giovani. Il protocollo generale adottato dalle squadre che attuano questa politica è di acquistare i giovani, puntare di essi con allenamenti mirati alla loro crescita e professionalizzazione e vendita alle società top class, con un rendimento molto maggiore rispetto a quello del loro acquisto, vedi Ibrahim Escu, classe 2001 in arrivo alla Sanremese, è già un talento.

Cosa sta succedendo nel calciomercato estivo di Serie A?

L’ago della bilancia resta Maurito Icardi, il giocatore più indesiderato ai tifosi della storia dell’Inter. L’argentino è in balìa di un tira e molla continuo con la società che si protrae dallo scorso autunno, c’è chi lo attribuisce a sua moglie, Wanda Nara nonché procuratrice dell’atleta, chi ad egli stesso.

Fatto sta che è il secondo mercato (dopo quello invernale) che l’altalena continua a dondolare. Eppure intorno alla sua posizione ruotano le possibili scelte di altre squadre e i destini di altri sportivi, che intanto vedono aumentare o diminuire le loro quote sui vari siti di scommesse sportive in questa estate 2019.

Se il bomber argentino trovasse una nuova destinazione il calciomercato si concentrerebbe sul fronte degli attaccanti. Con diversi scenari. Il più movimentato si svilupperebbe se la sua destinazione fosse la Juve. In quel caso Dzeko potrebbe sbarcare a Milano, all’Inter, al suo posto e Higuain finirebbe alla Roma. Se invece Icardi finisse al Napoli, Dzeko probabilmente andrebbe all'Inter lo stesso.

Se la nuova maglia di Icardi fosse invece quella della Roma, Dzeko andrebbe comunque alla corte di Conte, ma Higuain resterebbe alla Juve e il Napoli dovrebbe continuare a cercare un attaccante da regalare ad Ancelotti.



Indietro

Ti potrebbero interessare anche:

Visualizza la versione standard ›