PALLANUOTO | sabato 18 gennaio 2020 06:36
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 08 dicembre 2019, 00:06

Pallanuoto A1 / Stavolta l'Iren Genova Quinto esulta nei minuti finali: Savona ko 9-8

“E’ andata bene, rispetto alle altre volte siamo stati più bravi e più fortunati" spiega il tecnico Gabriele Luccianti

Pallanuoto A1 / Stavolta l'Iren Genova Quinto esulta nei minuti finali: Savona ko 9-8

IREN GENOVA QUINTO-RN SAVONA 9-8
IREN GENOVA QUINTO:
 P. Pellegrini, L. Dellacasa, Fracas, M. Mugnaini, Giorgetti 4, Lindhout, F. Gavazzi, Guidi, Tabbiani 2, Bittarello, Gitto 3, A. Amelio, Valle. All. Luccianti
RN SAVONA: S. Morretti, A. Patchaliev, P. Ricci, N. Vuskovic 1, G. Molina Rios 2, V. Rizzo 1, F. Piombo, E. Campopiano 2, L. Bianco, S. Bertino, E. Novara 1, A. Caldieri 1, Da Rold. All. Angelini
Arbitri: L. bianco e Petronilli
Note: Parziali: 2-0 3-2 3-4 1-2 Spettatori 500 circa. Usciti per limite di falli Piombo e L. Bianco (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 5/13, Savona 4/8.

Stavolta a sorridere negli ultimissimi secondo di gioco è l’Iren Genova Quinto, più volte in questa stagione costretto al pareggio o peggio alla sconfitta nelle battute finali del match. E invece nell’undicesima giornata, l’ultima del 2019, alle Piscine di Albaro è un a quattordici secondi dal suono della sirena di Thomas Tabbiani a regalare alla formazione genovese i tre punti: finisce 9-8 contro la Rari Nantes Savona.
Partita comunque difficile da leggere e da analizzare: in avvio meglio i padroni di casa, poi nel terzo e quarto tempo il ritorno del club savonese, che agguanta il pareggio senza però riuscire mai a mettere la freccia. E così l’ultima frazione si gioca colpo su colpo ed è appunto il mancino numero 9 a decidere le sorti del match.

E’ andata bene, rispetto alle altre volte siamo stati più bravi e più fortunati – spiega il tecnico Gabriele Luccianti – Abbiamo avuto un buon approccio, avremmo potuto allungare un po’ di più ma abbiamo sbagliato alcune situazioni abbastanza facili. Loro, come era preventivabile, sono tornati sotto perché sono una grande squadra e alla fine siamo andati a giocarcela gol su gol, per fortuna questa volta quello decisivo lo abbiamo fatto noi. Secondo me questa vittoria è frutto del pareggio di sabato scorso con il Posillipo, nei ragazzi c’era davvero tanta amarezza, era un periodo che ci girava tutto male. Probabilmente non avessimo pareggiato quella partita oggiAggiungi un appuntamento per oggi non avremmo avuto la forza di vincere questa”.

Foto di Paolo Zeggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore