PALLANUOTO | mercoledì 19 febbraio 2020 10:59
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 19 gennaio 2020, 19:35

PALLANUOTO Camogli KO, la Metanopoli espugna la Giuva

Giovedì sera il recupero con la Sportiva Sturla

PALLANUOTO  Camogli KO, la Metanopoli espugna la Giuva

Spazio Rari Nantes Camogli 12

Metanopoli 15

Parziali: 2 a 4, 4 a 4, 5 a 5, 1 a 2

==================

È l’ultima azione di Rari Nantes Camogli-Metanopoli e nei bianconeri sono in campo due portieri per mancanza di altri effettivi. Basterebbe questo per descrivere il tenore di una partita maschia lottata con le unghie e con i denti dal primo all’ultimo secondo. Il Camogli ha semplicemente dato tutto, buttando il cuore oltre l’ostacolo e facendo il possibile per fermare la corazzata lombarda.

Temellini deve fare a meno di Foti per un colpo preso in allenamento e questo complicherà notevolmente il pomeriggio dei suoi.

La Giuva è una polveriera stracolma di passione ed entusiasmo. Sono più di 400 gli spettatori per una partita attesa dal sorteggio dei calendari. pronti via e Beggiato e Cuneo, nei primi due possessi offensivi, portano il Camogli subito avanti 2 a 0. La Metanopoli reagisce da grande squadra e infligge un parziale di 4 a 0, chiudendo la prima frazione in vantaggio 4 a 2.

Il secondo tempo si apre con il massimo vantaggio ospite firmato da Brambilla, ma il Camogli non ci sta: i ragazzi di Temellini tornano ad attaccare come se non fosse successo nulla e volano subito a meno uno grazie alle reti di Dado Caliogna e Andrea Beggiato. La partita è bellissima con continui ribaltamenti di fronte ed emozioni a non finire. Prendono la scena i fratelli Caliogna con un gol per parte, poi al festival del gol si iscrive anche Baldineti, ma poco dopo è ancora un clamoroso Dado a riportare i bianconeri a meno due al suono della seconda sirena.

Il terzo tempo per intensità e giocate offensive è forse il più bello: il Camogli è già martoriato di numerose espulsioni, ma continua a lottare su ogni pallone.

Beggiato segna due volte nei primi due minuti, ma in entrambe le occasioni Brambilla risponde immediatamente. La partita esplode definitivamente e quasi si fa fatica a tenere il conto delle marcature. Di Somma riporta la Metanopoli sul più 3, poi tocca a Cocchiere accorciare nuovamente. In chiusura di tempo, infine, le reti di A. Caliogna e Barabino consegnano agli annali una frazione davvero pazzesca. Si va, quindi, all’ultimo tempo con gli ospiti in vantaggio 13 a 11.

La quarta frazione si apre immediatamente con il gol del meno 1 segnato da Cambiaso, i bianconeri provano a crederci, ma devono fare i conti con le continue espulsioni. Escono, infatti, per limite di falli Licata, Gatti, Iaci, Cuneo, Beggiato a cui si aggiunge un rosso rimediato da Caliogna. La Rari è decimata, ma prova comunque a restare aggrappata fino alla fine alla partita. Di Somma e Brambilla riportano la Metanopoli sul più 3, il Camogli non ne ha più. L’ultimo tempo viene giocato quasi interamente dal giovanissimo Simonetti, mentre per il finale entra in vasca anche Rossi, ma non per parare, bensì per provare a dare una mano in fase offensiva. La Metanopoli espugna la Giuva, ma Beggiato e compagni escono a testa altissima. La stagione è ancora lunga e la partita di ieri ha fatto chiaramente capire che questa squadra può davvero competere per qualcosa di importante.

Adesso sarà fondamentale recuperare le energie perchè giovedì sera, con inizio alle 21.00, si giocherà a Bogliasco il recupero della seconda giornata contro la Sportiva Sturla.

=============

 


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore