/ Pubblicazioni
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Pubblicazioni | 10 settembre 2020, 23:45

L'11 settembre 1966 il pilota Giacomo Agostini vince il motomondiale classe 500

A lui è dedicato il capitolo "Giacomo Agostini. Il più grande di tutti" ne "LE LEGGENDE DEL MOTOCICLISMO" di Fabio Fagnani

L'11 settembre 1966 il pilota Giacomo Agostini vince il motomondiale classe 500

...Ago è solo nel suo casco. E si lascia andare in un pianto che vale tutte le fatiche. È il suo piccolo grande sogno che diventa realtà, ora non ha nulla in meno dei grandi che ha sempre amato, come Tarquini e Ubbiali; ora fa parte di quell’Olimpo lì, ma è solo l’inizio. Lui non lo sa, ma lo sente dentro di sé, sa che ha tra le mani la possibilità di aprire la sua era. Hailwood può solo fare i complimenti a questo amico/nemico, a questo avversario che stima e rispetta. Sono proprio loro due a fonteggiarsi nel Gran premio più folle, affascinante e adrenalinico dellastoria del motociclismo, il Tourist Trophy. Il circuito si snoda su 60 chilometri cittadini sull’Isola di Man.È la casa dei britannici, è la casa di Mike Hailwood, ma Giacomo Agostini è un dio su due ruote...

dal capitolo "Giacomo Agostini. Il più grande di tutti" - Le leggende del motociclismo (Diarkos editore)

L'11 settembre 1966 il pilota Giacomo Agostini vince il motomondiale classe 500. E' il primo titolo del campione grazie al quale l'Italia torna in cima alla classifica della massima classe dopo nove anni. A lui è dedicato il capitolo "Giacomo Agostini. Il più grande di tutti" ne "LE LEGGENDE DEL MOTOCICLISMO" di Fabio Fagnani

 

Da Giacomo Agostini a Marc Marquez, da Valentino Rossi a Freddy Spencer, passando per fenomeni senza corona come Pasolini, fenomeni ritirati prematuramente come Casey Stoner e talenti che il motorsport ha voluto in segno di sacrificio, come Marco Simoncelli, il racconto delle loro carriere dai primi passi al compimento del percorso che che li ha consacrati a veri e propri “dei” delle due ruote.

Fabio Fagnani giornalista e docente, appassionato di racing e di calcio. Crede di esser ancora un discreto giocatore di terza categoria di medio/alta classifica. Gli piacciono le discussioni, il cinema, le serie TV, i fumetti, la tecnologia. Ama la politica e odia i politici, guarda verso il futuro con un occhio sul passato.

Direttore Responsabile di Cisiamo.info, contributor per Rolling Stone, Wired.it, Moto.it, Dueruote, Radio Sportiva e docente di comunicazione per Fondazione Ikaros. Ha pubblicato Roberto Baggio. Il Divin Codino (Diarkos, 2019)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore