/ Calcio amatoriale
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio amatoriale | 15 ottobre 2020, 11:35

CALCIO UISP - Il Campionato del Lavoratore Serie A1 si presenta

CALCIO UISP - Il Campionato del Lavoratore Serie A1 si presenta

Anche l'Uisp è obbligata a fare i conti con la pandemia. Ma, con coraggio, forza, speranza e abnegazione, cerca di ripartire, dopo lunghi mesi di stop e la forzata interruzione definitiva della stagione 2019-2020. Il 16 e 17 ottobre comincerà, finalmente, il nuovo campionato del Lavoratore A1, il massimo torneo genovese di calcio amatoriale. E non era una cosa scontata. 

La prima notazione che salta all'occhio è che la competizione non ha subito "decurtazioni": malgrado le difficoltà, economiche ed organizzative, saranno ancora tredici le squadre al via. Anche la formula resta inalterata: girone unico all'italiana, con gare di andata e ritorno. E già questo rappresenta un notevole successo. Perché si temeva un crollo delle iscrizioni. Invece, la voglia di ricominciare ha avuto la meglio su timori, dolori e patemi d'animo. 

Certo, bisogna registrare l'assenza dell' FC Quinto, una delle società più amate e seguite dell'ultimo periodo, ma la lista dei partenti resta di prim'ordine. A cominciare dalla Fia Italbrokers, la "Juventus" dell"Uisp genovese, che vanta il palmarès più ricco (12 titoli, a partire dal 1999-2000). Per continuare con l'A.F. Calcio, che era in vetta alla  classifica al momento dell'interruzione e si presenta nuovamente con l'organico migliore.

La terza favorita della vigilia è il Frigo Genova MGA G.D. N., il sodalizio che ha raccolto l'eredità della Gente Dell Notte e, grazie alla competenza e alla passione di Gloria Fossati (figlia dell'ex presidente del Genoa Renzo Fossati, l'indimenticabile "Sciu Renzu"), è subito diventata competitiva ai massimo livelli. Come outsider, meditano il colpaccio la Cattolica Bogiasco (campione a sorpresa nel 2018-2019) e Golfo Paradiso PRCA, protagonista del torneo sin dai tempi in cui si chiamava Sori. 

Tre le new entry, neopromosse dalla A2: Deportivo 2007, Saint Trappa e New Old Boys, rispettivamente seconda e prima nel Girone A e in testa nel Girone B al momento dell'interruzione, nel marzo scorso. Ci saranno anche Ansaldo Energia, Boca Devils e ASLA Genova Edilizia Genovese, reduce da un periodo complicato, che punta a tornare tra le "grandi", forte di una lunga esperienza nel calcio amatoriale. Obiettivo simile per il Campomorone S. Olcese di Carlo Bricola, che coltiva l'ambizione di arrivare in alto. Poi ci sarà il G. Siri, realtà rampante e in chiara crescita, che si candida al ruolo di mina vagante": un po' l'Atalanta della categoria. 

Insomma, gli ingredienti per un campionato divertente, appassionato ed appassionante, ci sono tutti. Coronavirus permettendo, il Lavoratore A1 tornerà a far sognare gli appassionati genovesi, che hanno una gran voglia di ricominciare e di correre dietro ad un pallone. Perché la pratica sportiva ci ridà una parvenza di normalità. Anche se sarà una normalità diversa, nuova, da capire e assimilare. 

(Francesco Ferrando) 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore