/ Terza categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Terza categoria | 02 dicembre 2020, 18:51

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID. Risponde Franco Bobba

Il mister del CEIS Genova Sport: "Io credo che avremo ancora più voglia di giocare. E avremo un mondo migliore se avremo riflettuto abbastanza su questo dramma che ci ha colpito. Potremo uscirne arricchiti. Spero che quello che è accaduto ci abbia rinforzato e non indebolito"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID. Risponde Franco Bobba

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Prima di tutto viene la salute. Giusto aver fatto una pausa di riflessione. Noi ci siamo allenati rispettando le regole, con tecnica individuale e tiri in porta. 

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

Io penso a gennaio/febbraio, se tutto va bene.

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Si dovranno fare alcuni turni infrasettimanali. Tenendo conto però degli orari di lavoro dei giocatori. Si potrà giocare solo di sera.

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Io penso di no. E' una situazione talmente delicata, una guerra senza conoscere il nemico, non credo che qualcuno voglia allenarsi solo per non perdere il rimborso. Siamo dilettanti, mossi da una grande passione.

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Alcune società usciranno danneggiate, se non saranno aiutate dalle istituzioni.

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

Io sono sempre stato ottimista, ne ho passate tante ma mi sono sempre rialzato. Dopo la tempesta viene sempre il sereno.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Io credo che avremo ancora più voglia di giocare. E avremo un mondo migliore se avremo riflettuto abbastanza su questo dramma che ci ha colpito. Potremo uscirne arricchiti. Spero che quello che è accaduto ci abbia rinforzato e non indebolito.

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

La vita è una grande ricchezza e va rispettata. Troppo bello alzarsi la mattina e vedere il sole, vedere il mondo che si muove. Il calcio è una parte importante nella mia vita, tanto è vero che ho continuato a fare calcio tennis in questo periodo, ma le cose davvero importanti sono altre. In Serie A si è andati avanti solo perchè è un business.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

Proposta da mettere in atto, ma la vedo dura. Ognuno guarda al suo portafoglio. Se io fossi un professionista io lo farei.

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

Nei dilettanti io ho sempre visto solidarietà. La gente invidiosa è ignorante. Se vedo uno bravo gli faccio i complimenti. La riconoscenza non sempre l'ho vista. Ognuno raccoglie quello che semina. Io ho sempre rispettato tutti e mi sono sentito rispettato. La gente nel calcio dimentica in fretta. Egoismo ne ho visto tanto. E ho visto altruisti diventare egoisti perchè scottati da certe esperienze.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore