/ Serie A
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie A | 25 maggio 2021, 11:39

Da Donnarumma a Bonucci: i pilastri dell’Italia a Euro 2020

Da Donnarumma a Bonucci: i pilastri dell’Italia a Euro 2020

Sotto il cielo di un’estate italiana. Questo cantava Edoardo Bennato insieme a Gianna Nannini durante l’edizione dei Mondiali di calcio di Italia 90. Quelle stesse parole potrebbero tranquillamente essere cantate oggi, o meglio a partire dall’11 giugno quando lo Stadio Olimpico accoglierà la prima partita degli Europei di calcio 2020 e ci saranno proprio gli Azzurri di Roberto Mancini in campo a sfidare la Turchia. L’impianto capitolino, poi, ospiterà anche tutti gli altri match della fase a gironi della nostra Nazionale e un quarto di finale, sperando di poterlo giocare e, perché no, vincere. Il tutto verso la finale che si disputerà a Londra a luglio. Il cammino, quindi, passa da Turchia, Galles e Svizzera, che saranno le avversarie della squadra azzurra nella fase a gironi. Bisognerà cercare di vincere il raggruppamento in modo da poter incontrare agli ottavi di finale una nazionale che possa essere, in un certo senso, più abbordabile delle altre.

Per farlo, il nostro Commissario Tecnico convocherà quelli che a suo parere saranno i 26 giocatori italiani più forti al momento. Ma c’è già, per fortuna, un’ossatura di base alla quale potersi affidare a occhi chiusi, fatta di calciatori che potremmo definire, senza aver paura di esagerare, delle vere colonne portanti della Nazionale. Su tutti il capitano Giorgio Chiellini. Il difensore della Juventus è al momento il giocatore in attività con più presenze in azzurro: ben 106 a fronte di 131 convocazioni totali. Chiellini ha vissuto con la maglia dell’Italia sia momenti di gloria, come l’avvincente cavalcata in Euro 2012, in cui la Nazionale si fermò solo in finale contro la Spagna, sia pagine buie, come la sconfitta ai playoff del 2017 contro la Svezia, che ci impedì di raggiungere i Mondiali di Russia 2018. Insieme a lui c’è un altro compagno di battaglie come Leonardo Bonucci. L’altro difensore bianconero può vantare, sinora, ben 101 presenze in maglia azzurra ed è secondo in classifica per apparizioni tra i giocatori attualmente in attività, proprio dietro Chiellini.

Una difesa rocciosa, dunque, alla quale si aggiunge un portiere che, a fronte della sua età giovanissima, può già vantare 25 presenze con la Nazionale maggiore: Gianluigi Donnarumma. Sembra poco, ma non lo è affatto, se si calcola che il suo collega e detentore del record di apparizioni in azzurro, Gianluigi Buffon, fermatosi a quota 176, aveva già 2 anni e mezzo in più quando raggiunse le 25 partite con gli Azzurri. Numeri incredibili per Donnarumma che è a tutti gli effetti uno dei pilastri della squadra di Mancini e che proverà a difendere i pali dell’Italia al meglio per arrivare il più lontano possibile a Euro 2020.

Altro giocatore che fa parte dell’ossatura della squadra azzurra è Marco Verratti. Il fantasista del PSG, presente nel giro della Nazionale dal 2012, ha già collezionato 40 presenze e 3 gol in azzurro e siamo certi che il CT Mancini non potrà che fare affidamento su uno dei talenti più cristallini del panorama calcistico italiano per provare a riportare in Italia un trofeo vinto solo una volta nel 1968 e che ci vede partire tra i favoriti in questa edizione, almeno stando ai pronostici e consigli sugli europei di calcio degli esperti. A parità di apparizioni con Verratti, c’è quello che è stato compagno di squadra del centrocampista ai tempi del Pescara di Zeman: Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli è già a quota 7 gol e 40 presenze in azzurro e sarà uno dei titolari inamovibili della selezione italiana, nella speranza che le sue giocate possano dare un contributo fondamentale per mandare Immobile e Belotti in rete il più possibile.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore