/ Pallanuoto
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Pallanuoto | 13 gennaio 2023, 16:57

PALLANUOTO Prima gara interna del 2023 per le ragazze del Bogliasco

PALLANUOTO Prima gara interna del 2023 per le ragazze del Bogliasco

Prima gara interna del 2023 per le ragazze del Netafim Bogliasco 1951 che nella sfida di domani alla Florentia cercheranno di sfatare il tabù Vassallo. Nelle precedenti tre sfide casalinghe di questa stagione Millo e compagne hanno fatto il pieno di complimenti, mettendo alle corde corazzate come Padova e Roma e giocandosela gol a gol con il Rapallo. I punti però sono sempre andati tutti alle avversarie, lasciando immeritatamente a bocca asciutta le biancazzurre.

Un trend negativo che si cercherà di interrompere contro la formazione fiorentina, appaiata in classifica alle levantine a quota sei punti: “Per tutta la settimana – rivela Maddalena Paganello (foto di Giorgio Scarfì in allegato) – abbiamo lavorato mantenendo un solo pensiero in testa: quello di scendere in vasca sabato ed andarci a prendere i tre punti. Abbiamo studiato molto le nostre avversarie e conosciamo i loro punti di forza e le loro debolezze. Sappiamo che saranno un osso duro. Ma siamo altrettanto sicure che giocando con determinazione e attenzione possiamo superarle. Siamo concentrate solo su questo e faremo di tutto per fare nostra l’intera posta in palio”.

La strada per raggiungere il primo successo interno di questo campionato è la stessa intrapresa sabato scorso a Catania, al cospetto delle campionesse d’Italia dell’Ekipe Orizzonte. Alle falde dell’Etna le ragazze di Mario Sinatra sono state protagoniste di una grande prestazione che vuol essere un punto di partenza in previsione dei futuri impegni: “Cominciare l’anno con un avversario di tale valore non è stato certamente semplice – prosegue ancora Maddalena – Oltretutto ci siamo presentate in Sicilia prive di diversi elementi e con i cambi ridotti al minimo. Ma noi siamo abituate a raffrontarci con le difficoltà e non a caso abbiamo giocato una gran gara. Perdere era scontato ma la sconfitta di Catania ci ha lasciato parecchie buone indicazioni, dimostrandoci ancora una volta che se giochiamo come sappiamo possiamo dare parecchio filo da torcere a qualunque avversaria. Anche alle più forti”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore