Eccellenza | mercoledì 19 settembre 2018 12:37
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eccellenza | mercoledì 12 settembre 2018, 13:03

Mario Pisano "legge" l'Eccellenza 2018/2019

Il tecnico del Pietra: "Puntiamo a una comoda salvezza e a migliorare il nono posto. Mi aspetto una grande stagione da Edo Capra e punto sui miei colleghi Solari e Mambrin"

Quattro domande a Mario Pisano, tecnico del Pietra Ligure, a 5 giorni dall'inizio dell'Eccellenza.

1) Mister, arriva il momento dell'esordio in campionato, con quali prospettive il Pietra inizia il suo secondo campionato di Eccellenza?

2) Esordio a Santa Margherita, contro una formazione che anno scorso ha stupito tutti, che partita ti aspetti?

3) Dicono in tanti che sia uno dei gironi di Eccellenza più duri degli ultimi anni, sei d'accordo? E chi sono secondo te le favorite?

4) Su chi scommetti dei tuoi? Da chi ti aspetti una grande stagione?

LE RISPOSTE

1) Le prospettive sono quelle innanzitutto di provare a confermare per il 2° anno di seguito una comoda salvezza e poi di provare a migliorare il 9° posto, cosa che sarà estremamente difficile visto l'alto livello generale di tutte le squadre in questa stagione.

2) Mi aspetto una partita difficilissima a livello tecnico-tattico, e ancora più dura a livello ambientale, sarà una gara decisa dagli episodi e l'aspetto psicologico sarà più importante di quello tattico.

3) Assolutamente si, ai nastri di partenza ci sono secondo me le 6 sorelle (Vado, Rivarolese, Imperia, Rapallo, Finale e Cairese) davanti a tutto il resto del gruppo che è piuttosto omogeneo. Credo che Vado e Rivarolese partano un pizzico davanti per via della rosa allestita, ma i nomi poi devono diventare squadra, quindi questi pronostici lasciano il tempo che trovano.

4) Preferisco non parlare dei miei, in generale invece come giocatore mi aspetto una grande stagione da Edo Capra che è senza dubbio il top player di questa categoria, mentre come allenatore sono convinto che Matteo Solari e Marco Mambrin possano fare la differenza alla guida delle loro squadre per la loro intelligenza e preparazione.


PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore