/ Promozione
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Promozione | 22 novembre 2020, 01:18

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Andrea Di Somma della Goliardica

"Avevo e ho chiarissimo cosa rappresenti il calcio nella mia vita: una dipendenza molesta meravigliosamente coinvolgente".

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Andrea Di Somma della Goliardica

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Credo sia giusto fare il massimo per mantenere una condizione accettabile propedeutica alla ripartenza. Alla fine farà la differenza con chi avrà interrotto totalmente la preparazione atletica.

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

La normalità la raggiungeremo a gennaio, forse a febbraio per le competizioni. E speriamo non ci siano più interruzioni da allora in poi.

3) Il format andrà  cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Decisamente no. Incredibile pensare di cambiare, ridurre, stravolgere il format in Promozione. Piuttosto prolungare la stagione sportiva fino al necessario. Per quanto riguarda l'Eccellenza hanno combinato già un tale paciugo che forse si potrebbe cambiare anche a casaccio, tanto peggio non può venire fuori.

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Penso che le condizioni economiche siano parte integrante dell'organizzazione di un atleta maturo in certe categorie. Detto ciò oggi sono gli atleti a dover fare un passo indietro e venire in contro alle società. Altrimenti a fine pandemia il problema non sarà avere i rimborsi, ma trovare le società.

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Con calma, le ossa rotte, e chiarezza di quanti si saranno dimostrati uomini di società e quanti meno.

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

C'è poco da vedere. La situazione è chiara. Ogni squadra ha avuto defezioni, il Serra Ricco' addirittura 18 positivi, e quindi mi pare evidente che lo spogliatoio sia un rischio enorme, così come le abitudini normali. Occorre fare molta molta attenzione, a fine pandemia ognuno avrà ahimé perso qualcuno.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Alla normalità si arriverà, con un livello che dovrà crescere senza fretta o pioveranno gli infortuni.

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

Nulla di entrambe, avevo e ho chiarissimo cosa rappresenti il calcio nella mia vita: una dipendenza molesta meravigliosamente coinvolgente.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

Utopia, slogan facili ma quasi politici. Però sarebbe un primo passo dividere una somma per i tesserati in proporzione ad età, e non a categorie.

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

Il giusto mix. Ho visto nella mia vita sbagliare molto più le società dei giocatori. Oggi purtroppo hanno ancora troppo il coltello dalla parte del manico. Quando i giocatori verranno svincolati non appena non avranno una quota da pagare, non appena avranno una garanzia di contrattino economico, non appena verranno penalizzate se non pagano iscrizioni, utenze, IVA, ecc ecc. Ma questa è un'altra utopia....

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore