Calcio giovanile | mercoledì 13 novembre 2019 18:14
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio giovanile | 03 ottobre 2019, 20:18

GENOVESE Che spavento per lo Juniores Alessio Giudice! Ma Davide Susino lo ha salvato

Attimi di panico ieri sera a Sant'Eusebio: durante la partitella il giovane rossoblù ha picchiato la testa e perso i sensi, determinante l'intervento del giocatore della prima squadra

Davide Susino ha salvato la vita al giovane Juniores Alessio Giudice

Davide Susino ha salvato la vita al giovane Juniores Alessio Giudice

Un grande spavento ieri sera sul campo della Genovese per il giovane juniores Alessio Giudice. Per fortuna tutto si è risolto per il meglio, ma ieri i ragazzi della prima squadra e i compagni di Alessio se la sono davvero vista brutta. Dopo un colpo fortuito il Alessio ha battuto la testa, ha perso i sensi, ha serrato i denti e avuto una crisi nervosa. Determinante l'intervento del giocatore della prima squadra Davide Susino che gli ha aperto la bocca tirando fuori la lingua. Il giorno dopo, tutto è finito bene, Alessio se l'è cavata con un trauma cranico e alcune fratture mascellari.

Il racconto dei protagonisti.

Paolo Zanardi, mister della prima squadra della Genovese, ci racconta così l'episodio:

“Ieri sera nel mezzo dell'allenamento a S.Eusebio, durante la partitella con la Juniores, Alessio Giudice difensore della Juniores è caduto a terra dopo uno scontro fortuito di gioco battendo la nuca ed ha perso i sensi. Grazie al pronto intervento di Davide Susino, giocatore della Prima Squadra, che gli ha liberato le vie respiratorie in particolare la bocca riportando la lingua in posizione normale, ha ripreso i sensi ed è stato stabilizzato a terra con l'aiuto del suo mister Stefano Pignedoli in attesa dei soccorsi prontamente chiamati ed arrivati direttamente sul campo con i loro mezzi. Il ragazzo è stato in osservazione all'ospedale San Martino monitorato con gli esami del caso. Quello che posso dirti è che in una situazione drammatica come quella di ieri sera ognuno ha fatto la sua parte in modo costruttivo, in particolare Davide Susino e Stefano Pignedoli”.

Stefano Pignedoli, mister della Juniores della Genovese, è molto più sollevato oggi, rispetto a ieri:

“La Tac ha dato esito negativo, non ci sono emorragie, il ragazzo ha fatto l'elettroencefalogramma, la diagnosi dice frattura delle ossa mascellari e trauma cranico, 20 giorni di prognosi. Ma il ragazzo ha già detto che vuol tornare subito in campo. Meglio così, ma ieri sera eravamo tutti nel panico generale, ce la siamo davvero vista brutta. Alessio ha preso una brutta botta in faccia, è caduto indietro col corpo e ha battuto la nuca. La botta gli ha scatenato i nervi, ha avuto degli spasmi ed è stato molto bravo Davide Susino, giocatore della prima squadra, ad aprirgli la bocca e tirargli fuori la lingua, altrimenti si sarebbe soffocato”.

Davide Susino, il “salvatore”, racconta così la scena:

“Il ragazzo della Juniores ha sbattuto la testa per terra, ci siamo subito preoccupati, io gli ho aperto la bocca per tirargli fuori la lingua. Abbiamo avuto tutti un grosso spavento, queste sono scene che non vedi tutti i giorni, e li per li l'ho un po' accusata. Per fortuna so che si è risolto tutto per il meglio”.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore